Il 7 marzo 2019, la nostra organizzazione fonda il gruppo facebook Educazione Museale con l’obiettivo di riunire tutti gli educatori museali e contribuire al dibattito nazionale in merito al riconoscimento della professione e del settore.

Oggi il gruppo è costituito da oltre 1000 persone e l’accesso è regolamentato da un’attenta analisi al fine di ottenere un’alta profilazione dei partecipanti in linea con gli obiettivi (mediatori, operatori della didattica, direttori di dipartimento, progettazione, formazione e ricerca).

 

Durante la quarantena abbiamo avviato il percorso “Formazione in Progress”, una serie di incontri online nei quali si trattavano teorie e buone pratiche dell’educazione museale anche in relazione all’uso della tecnologia.

 

 

Nel gruppo si possono pubblicare:

 

– buone pratiche dal mondo dell’educazione museale;

– racconti di esperienze significative;

– consigli su come progettare un servizio educativo;

– articoli di informazione riguardo le figure che lavorano nel settore dei servizi educativi;

– post contenenti proposte, osservazioni e suggerimenti per lo sviluppo di azioni programmatiche;

– post per la presentazione della propria professione e delle realtà presso le quali lavoriamo;

– post per la presentazione delle esigenze riscontrate nel campo della professione;

– opportunità dal mondo del lavoro (bandi, call for papers, annunci di lavoro);

– proposte per la formazione professionale.

 

Nel gruppo non saranno accettati i seguenti post:

 

– condivisione di eventi;

– condivisione di fotografie senza testo;

– condivisione di tutorial sul patrimonio storico artistico.

 

 

Vi invitiamo comunque a scrivere sempre un testo di introduzione del post al fine di contestualizzare il contenuto proposto nel merito della tematica dell’educazione museale.

 

La volontà del gruppo è anche rivolta alla formazione di una comunità di “Educatori Museali”, o aspiranti tali; il gruppo vuole stimolare la costruzione di un’opinione critica riguardo il  riconoscimento della professione, le strade della formazione e l’inserimento lavorativo all’interno dell’organigramma nei Musei Italiani.

 

Un museo che non abbia un suo rapporto col pubblico non è un vero museo. Questo rapporto deve essere creativo e venire a far parte di quell’ opera d’arte globale che il museo vuole essere, esserne uno degli elementi principali: opere, edificio e pubblico.” Alessandra Mottola Molfino e molti altri nomi della storia della museologia italiana ed internazionale hanno citato il pubblico al pari delle collezioni museali, ma il pubblico dei musei presuppone studio, ricerca, analisi e progettazione curate da personale esperto e formato in materie storiche artistiche e pedagogiche, l’educatore museale. 

Se siete Educatori Museali vi invitiamo a seguire il gruppo amico Professione: educatore museale a questo link: https://www.facebook.com/groups/643730296169976

La tempistica per la pubblicazione di un contenuto può essere lunga, il nostro staff si occupa di selezionare e valutare il momento migliore per la pubblicazione di quei contenuti che rispettano le regole per la condivisione dei post.

Di seguito potete segnalarci le vostre idee e la vostra opinione in merito all’utilità del lavoro che abbiamo intrapreso.

Un caro saluto a tutti

 

 

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Una o due volte al mese ti manderò dei contenuti nuovi oppure, di tanto in tanto, ti informerò di qualche nostra iniziativa.

Grazie per esserti iscritto!