Alcune settimane fa, abbiamo pubblicato un articolo sulla ricerca nel settore dell’educazione museale. Ai nostri più affezionati lettori abbiamo promesso che avremmo pubblicato a breve uno dei primi risultati. Iniziamo con:

“Museo Petit” un progetto ludico didattico rivolto ai bambini dai 3 ai 5 anni.

Che cos’é Museo Petit?

“Museo Petit” è una proposta educativa progettata per il “pubblico delle famiglie con bambini dai 3 ai 5 anni”, ai quali offriamo la possibilità di crescere al museo sviluppando l’attitudine all’arte, alla bellezza e alla creatività. 

La proposta nasce dalla volontà di soddisfare le esigenze di numerose famiglie con bambini dai 3 ai 5/6 anni che a seguito della partecipazione ad iniziative dedicate ad un pubblico più ampio si sono dichiarate parzialmente soddisfatte dall’esperienza al museo.

Abbiamo inoltre raccolto le voci di quelle famiglie che decidevano di non frequentare i musei poiché temevano di non riuscire a godere delle esperienze con i propri bambini.

 

Queste considerazioni dimostrano che la frequentazione museale da parte del pubblico è divenuta sempre più consapevole ed è nostro dovere, in qualità di gestori dei musei pubblici, restituire un servizio rispondete a tali aspettative.

Come nasce Museo Petit? Quali sono state le fasi della ricerca che ci hanno portati allo sviluppo della proposta?

Come descritto nell’articolo “Ricerca educativa: 5 pratici consigli” abbiamo organizzato il lavoro per punti, iniziando dalla scelta del tema.

1) SCELTA DEL TEMA DELLA RICERCA

Disagio delle famiglie con bambini di età inferiore ai 6 anni che partecipano alle attività museali per famiglie con bambini. Durante tali occasioni molte famiglie si sono sentite emarginate e i bambini molto spesso hanno vissuto situazioni di stress poiché il ritmo dell’evento non rispecchiava le loro esigenze;

2) INTERROGATIVI

Come mai si manifesta un disagio da parte delle famiglie con bambini di età inferiore ai 5 anni? Quali sono le esigenze delle famiglie con bambini di età 3-5 anni? Quando sono a casa, i genitori dei bambini dai 3 ai 5 anni, come interagiscono con i propri figli? Quali necessità educative hanno i bambini 3-5 anni? Ci sono giorni in cui le famiglie hanno bisogno di un luogo nel quale svolgere attività ludico didattiche con i propri figli?

3) SCEGLIERE GLI INDICATORI E TRASFORMARLI IN VARIABILI

Gli indicatori che abbiamo scelto per la nostra ricerca educativa:

– Stile educativo delle famiglie;

– Necessità delle famiglie;

– Necessità dei bambini 3 – 5 anni.

4) STRUTTURA DEL PIANO PER LA RILEVAZIONE DEI DATI

Abbiamo somministrato il questionario ad un campione molto ampio di famiglie. Lo abbiamo diffuso in collaborazione con le scuole dell’infanzia ai genitori dei bambini con età 3-5 anni.

Abbiamo inoltre svolto anche dei colloqui su di un campione ristretto, con i genitori dei bambini con età 3-5 anni durante i quali abbiamo effettuato un’indagine per l’approfondimento delle tematiche del questionario.

5) LETTURA E INTERPRETAZIONE DEI DATI RACCOLTI

Il questionario è stato svolto da 87 genitori in target su un campione di circa 160 genitori.

Dalle risposte sono emerse le seguenti conclusioni:

– Le famiglie con bambini dai 3 ai 5/6 anni necessitano di un servizio per il sabato mattina, quando la scuola dell’infanzia è chiusa;

– Il 60 % delle famiglie intervistate si sono dimostrate sensibili all’argomento e condividono la volontà di educare i propri figli all’arte con l’arte, quindi si sono impegnati nella compilazione del questionario;

– Il 50% degli intervistati ha dichiarato di apprezzare l’ambiente museale, quale luogo di svago per i propri figli, poiché li educa al divertimento senza dimenticare il rispetto delle regole (molti hanno infatti manifestato dei dubbi riguardo all’abuso degli attuali “gonfiabili” poiché luoghi dal divertimento non regolamentato che rischia di abituare il bambino ad un mondo non corrispondente al vero).

Dalla rielaborazione delle risposte e dei dati raccolti è nato MUSEO PETIT! 

Si tratta di un progetto che rielabora le esigenze e le osservazioni emerse durante la ricerca educativa.

Le attività infatti sono pensate per il solo pubblico di famiglie con bambini dai 3 ai 5/6 anni e possono essere svolte con o senza la presenza del genitore. Anche i tempi sono studiati appositamente per mantenere viva l’attenzione dei piccoli partecipanti. 

 

Il programma prevede una serie di incontri che alternano esperienze di stampo artistico a esperienze connesse al mondo della lettura e della narrazione di storie al museo. 

 

Quali sono le metodologie educative applicate nel progetto?

Riteniamo che l’arte e le storie, incontrate fin da bambini, sviluppino la fantasia, la sensibilità e la crescita cognitiva. Attraverso un approccio esperenziale e giocoso si predispone il bambino a concepire l’arte e il racconto come mezzo di comprensione del mondo circostante e del proprio animo. Questo processo aiuta i bambini ad esprimere al meglio se stessi nel proprio contesto famigliare e di vita.

Gli artisti ci donano modi differenti per conoscere il mondo interno ed esterno a noi. Abituare bambini e adulti a relazionarsi con l’arte significa anche educarli a non fermarsi allo stereotipo ma a guardarsi intorno con occhi differenti liberi di esprimersi ognuno secondo la propria sensibilità.

Abitiamo in un Paese che non ha eguali al mondo per ciò che concerne i beni culturali, ma spesso i musei e i monumenti sono ritenuti spazi esclusivi e non adatti a tutti. Nella convinzione che questa sia un’idea da scardinare, la Cooperativa “Le Macchine Celibi” – Musei Educativi vogliono partire dai più piccoli e far percepire loro il museo come un ambiente da frequentare senza timore. All’interno di questo spazio scopriranno innumerevoli stimoli per conoscere nuove storie e sperimentare con un approccio che coinvolgerà tutti i loro sensi.

Niente può sostituirsi all’esperienza diretta dell’arte al museo!

Vuoi iscrivere il tuo bambino a Museo Petit Ancona? 

Il programma si sviluppa tutti i sabati fino al mese di novembre, con una pausa nei mesi estivi.

Il programma completo è consultabile alla pagina: http://museieducativi.it/museo-petit/

La presenza del genitore durante gli incontri è facoltativa. 

 

Il progetto educativo “Museo Petit” è curato e progettato da Sara Agostinelli, scopri il suo profilo sulla nostra pagina CHI SIAMO.

        

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Una o due volte al mese ti manderò dei contenuti nuovi oppure, di tanto in tanto, ti informerò di qualche nostra iniziativa.

Grazie per esserti iscritto!